Coinvolgimento dei collaboratori

ContattiContatti

Il Coinvolgimento dei collaboratori è un argomento costante all'interno del mondo degli affari. L'azienda è fiorente quando le persone che lavorano in essa lo sono. Al contrario, dipendenti poco motivati possono bloccare le imprese. Quando manca la motivazione non si lavora bene, si è meno produttivi ed il tasso di turnover è più alto.

Solo un terzo degli impiegati nel Regno Unito afferma di essere attivamente impegnato al lavoro – si parla di 20 milioni di lavoratori che non stanno dando il massimo delle loro capacità. La produttività nel Regno Unito è inferiore del 20% rispetto al resto dei G7.

Impegnarsi per il successo

Investire tempo e fatica a motivare i dipendenti è essenziale per qualsiasi organizzazione e la ricerca in oggetto fornisce strategie chiare per aiutarvi ad ottenere il meglio dai vostri collaboratori.

Cosa motiva i dipendenti?

La risposta a questa domanda apparentemente inutile è 'dipende'.

La Teoria dei due fattori di Herzberg afferma che ci sono due insiemi separati di fattori che causano insoddisfazione e motivazione al lavoro. Questi fattori potrebbero riferirsi a: policy, sicurezza, condizioni di lavoro, stipendio e status aziendale. Solo quando sono soddisfatte queste condizioni, i dipendenti possono essere efficacemente motivati.

Ciò che più scredita questa teoria è dare uno stipendio adeguato in modo che i soldi non siano un’ulteriore preoccupazione. Quanto sopra è confermato da una ricerca che mostra come i soldi non incentivino attività che richiedono determinate abilità cognitive. Paga i dipendenti in maniera equa e li motiverai nel lavoro. Paga loro più del dovuto e non avrai nessun impatto sulla loro motivazione e produttività lavorativa.

Con i fattori di base ben rappresentati, è possibile iniziare a cercare modi per motivare i dipendenti attraverso fattori come risultati, riconoscimento, responsabilità, avanzamento e crescita personale. Questa idea è riassunta ulteriormente per dare tre elementi fondamentali della motivazione: autonomia, padronanza e scopo.

Come motivare i dipendenti – la vostra strategia di engagement


Autonomia

Persone danno il meglio quando hanno il controllo del proprio lavoro. Questo include la libertà di gestire il proprio tempo e decidere dove, quando e come ottenere il lavoro completato. Qualunque sia il ruolo o livello di un dipendente, c’è l’opportunità di incrementare i livelli di autonomia. In alcuni ruoli può essere utile dare responsabilità, in modo da poter controllare come viene eseguito il lavoro e poter valutare i risultati ottenuti. Ove questo non fosse possibile, vengono effettuati piccoli cambi come permettere allo staff di organizzare ed arredare lo spazio di lavoro come ritengono idoneo, avere una certa flessibilità negli orari di lavoro: questi sono piccoli passi nella giusta direzione. 

Padronanza

La Padronanza è il desiderio di migliorare nel nostro lavoro per crescere come persona. Tutti hanno bisogno di opportunità per affinare le proprie competenze e per impararne di nuove attraverso il lavoro. Questo non significa necessariamente pagare per corsi di formazione a tutto il personale. Si tratta di discutere delle ambizioni lavorative ed interessi con ogni dipendente e conciliare questo con le esigenze del proprio business. Il mentoring da un collega più esperto o passare del tempo in un altro reparto può essere utile per acquisire nuove competenze; tutto questo può essere sufficiente per far percepire alle persone che stanno crescendo.

Scopo

Capire perché stiamo facendo qualcosa aiuta a mantenerci concentrati verso il nostro obiettivo. Lo Scopo è la sensazione che stiamo contribuendo a qualcosa di significativo che va al di là di noi stessi. Per un'organizzazione ciò significa condividere l'obiettivo (non solo il target di vendita) ed inquadrare ciò che si vuole ottenere.

La motivazione è vitale nel coinvolgimento dei collaboratori, nell’impegno, soddisfazione e performance lavorative. Senza motivazione, c'è un rischio di scarso impegno e assenteismo, nonché problemi in merito al mantenimento della propria posizione. È importante identificare i dipendenti che sono poco coinvolti e capirne le cause. Ciascun dipendente deve essere considerato come unico ed è vitale per i manager capire cosa motiva ciascuno del loro team. Ad esempio, quelli motivati da fattori esterni avranno bisogno di scadenze ed incentivi al fine di eseguirli, mentre chi è animato da motivazioni interne avrà necessità di stimoli interni che lo supportino nelle prestazioni lavorative.

Motivare i dipendenti sul posto di lavoro significa avere un rapporto con loro e trattarli come persone. È importante individuare i desideri e le motivazioni delle persone e creare ambienti lavorativi che rendano questo possibile. Thomas è in grado di fornire gli strumenti necessari per capire come motivare le risorse e guidarvi nell'attuare nuove strategie di coinvolgimento dei dipendenti.

Scarica whitepaper e case study gratuitamente

Migliora il livello di engagement all'interno della tua organizzazione.

Ottieni il Whitepaper

Scarica whitepaper e case study gratuitamente

Migliora il livello di engagement all'interno della tua organizzazione.

Ottieni il Whitepaper