Thomas e Magneti Marelli tornano a scuola a Giaveno e Rivoli

Thomas e Magneti Marelli tornano a scuola a G...Partnership con John Lewis CSR

Thomas e Magneti Marelli iniziano il 2017 con una collaborazione all’interno dei progetti di alternanza scuola lavoro organizzati dall’azienda torinese. Per il secondo anno consecutivo Thomas ha preso parte al progetto dando la possibilità agli studenti dell’Istituto Pascal di Giaveno e dell’Istituto San Giuseppe di Rivoli di cimentarsi negli assessment per acquisire consapevolezza sulle loro capacità e per orientarsi meglio di fronte alle numerose opportunità post diploma.

Il Programma

L'obiettivo del progetto è quello di fornire agli alunni una profonda conoscenza dei loro punti di forza e capacità, in riferimento al loro comportamento in determinate situazioni, in modo da aiutarli ad ottenere dei cambiamenti di successo nel passaggio dalla scuola ad un futuro positivo e duraturo.

Foto-Gruppo-Giaveno.JPG

Andrea Franco, Vicepresidente HR di Magneti Marelli, promuove dal 2016 questi progetti di orientamento e alternanza scuola lavoro in sinergia con gli assessment Thomas nelle scuole del torinese e non solo. Durante la sua introduzione al programma nelle scuole ha incoraggiato gli studenti a cogliere queste preziose occasioni, a sfruttare l'opportunità di capire di più su se stessi e a svolgere le ore di alternanza scuola lavoro con la volontà di iniziare un percorso, concludendo con dei grandi auguri per il futuro. 

Questi progetti sono per mettervi in condizione di fare una scelta matura, di non lasciare niente al caso e iniziare un percorso costruttivo che vi porti a imboccare più facilmente la strada giusta.

Andrea Franco - Vicepresidente HR Magneti Marelli

“Credo sia molto importante aiutare gli studenti nell’autovalutarsi e nell'intraprendere un percorso per aiutarli a capire che facoltà scegliere, in modo che siano sicuri della loro scelta” - Professoressa dell'Istituto Pascal, Giaveno

Attuazione

In entrambe le scuole, Thomas e Magneti Marelli hanno organizzato due giornate di orientamento. Durante la prima giornata Cinzia Palmiero, HR che si occupa anche dei progetti di alternanza scuola lavoro per Magneti Marelli, ha raccontato ai ragazzi come funzioni l'azienda, quale sia la sua presenza sul territorio globale e le sue opportunità per i giovani del torinese. In seguito, il team Thomas ha descritto ai ragazzi cosa sono gli assessment, come si svolgono e gli ambiti in cui vengono applicati, passando poi a degli esempi di come possono aiutare gli studenti nelle loro scelte.

Rivoli-Cinzia-Palmiero.JPG

C’è stato modo anche di avere una testimonianza da parte di una studentessa che ha partecipato al progetto pilota nel 2016 che ha raccontato agli altri studenti: 

Mi sono subito ritrovata nel profilo. Non spaventatevi se non vi riconoscete o se i risultati non sono come avreste voluto; è in realtà una spinta per migliorarsi, aiuta ad essere consapevoli dei propri limiti e indirizzarsi sulla via più giusta.

Studente A

Feedback

A seguito di questa presentazione e conoscenza reciproca con le classi coinvolte, Magneti Marelli e Thomas sono tornati per delle sessioni di feedback di gruppo agli studenti che si sono sottoposti al test. Durante questi momenti gli alunni hanno potuto esprimere i loro dubbi sul futuro, le loro difficoltà e le loro domande.

Durante le giornate di feedback abbiamo avuto modo insieme a Magneti Marelli di parlare a piccoli gruppi di studenti. Li abbiamo aiutati a interpretare i loro report ma anche a capire come utilizzarli come strumento di orientamento al mondo universitario e lavorativo. Non sono mancate domande e dubbi sul futuro e su come sia meglio approcciare questa importante scelta che i giovani si trovano ad affrontare, con sempre più possibilità e varianti da analizzare. Ma i ragazzi già pensano al futuro e hanno voglia di scoprire e provare esperienze nuove con i progetti di alternanza scuola lavoro.

Giovanna Paliotta HR di Magneti Marelli ha messo in risalto quanto sia importante mettersi in gioco e buttarsi nelle esperienze più variegate per acquisire conoscenze ampie e soprattutto per conoscere meglio se stessi. Abbiamo evidenziato quanto sia importante lavorare sui propri limiti per crescere. Davide Faiella di Thomas ha raccontato di come cerchiamo di dare ai giovani confidenza e di come vogliamo supportarli per essere in grado di riflettere sui loro punti di forza che potranno utilizzare per pianificare la loro carriera.

Il punto di vista degli studenti

Gli studenti invece ci hanno parlato di quanto queste esperienze li abbiano aiutati a crescere capendo le proprie potenzialità e come svilupparle. Hanno potuto scoprire i propri limiti e anche che si può sempre chiedere aiuto a chi è già più avanti sulla strada. 

Più volte i ragazzi hanno ribadito quanto spesso abbiano paura di sbagliare o di cambiare idea troppe volte e quanto importante sia per loro trovare un ambito che possa conciliare lavoro e passioni. Tanti erano preoccupati di escludere a priori troppe strade, tanti invece hanno già deciso “di pancia” seguendo il loro istinto. Abbiamo parlato delle domande da porsi per arrivare a delle risposte e come questa autovalutazione data dal PPA può aiutarli a lavorare su loro stessi e sul loro percorso.

Adesso so cosa fare per arrivare al lavoro dei miei sogni. So di quali insegnamenti ho bisogno e che esperienze lavorative devo fare per poter raggiungere i miei obiettivi.

Studente B

"Il feedback era molto accurato ed utile; mi ha descritto dalla A alla Z" - Studente C

“L’assessment è stato utile, mi ha dato più sicurezza e mi ha aiutato ad auto-determinarmi. Non credevo nemmeno io di essere così, ma ora che ho letto i risultati posso lavorare su degli obiettivi e convincermi io stessa che sono più di quello che penso” - Studente D

Risultati

Pensiamo che gli studenti abbiano avuto modo tramite questa iniziativa di conoscere meglio le loro capacità e capire come svilupparle e usarle in modo positivo durante il loro percorso. Infatti l’obiettivo principale di questi progetti è proprio evitare che gli studenti perdano la loro strada e non credano nelle loro capacità.

L’utilizzo degli assessment Thomas fornisce ad un giovane studente l’opportunità di affermarsi di fronte ad università ed aziende in modo fiero e sicuro, togliendo quel timore che impedisce spesso la comunicazione tra giovani alle prime esperienze e istituzioni universitarie e lavorative.

Contact us to find out more