Gestione dei Conflitti

ComunicazioneRecruitment

Non è necessario cercare con attenzione per trovare disaccordi in un'organizzazione. Milioni di euro ogni anno vengono spesi per sanare questi contrasti nelle organizzazioni. E' tra le spese che maggiormente possono essere risanate ma, per adesso, solo poche persone possiedono il know-how per affrontare i disaccordi con la massima risolutezza.

Una rapida ricerca in internet riguardo il costo dei problemi, conflitti in azienda, riporta pagine e pagine di risultati: è un serio problema. Ma ancora poche persone sanno come poterlo risolvere.

Un recente articolo della rivista Forbes afferma che 'il 60/80 percento di tutte le difficoltà nelle organizzazioni sono generate dalle difficili relazioni fra i dipendenti'. Guardando il rapporto del Workplace Conflict Survey (Regno Unito) del 2010, il 40% dei reclami agli employment tribunals sono relativi alle relazioni tra colleghi.

Ecco un'altra statistica scioccante dello stesso sondaggio:

Il 55% dei manager non riesce ad individuare situazioni di crisi tra i propri collaboratori. Di chi è dunque questa respondabilità? Generalmente ricade sulle spalle degli HR.

Forbes

Di certo, la responsabilità di trovare una soluzione sta in ognuno di noi, ma non è qualcosa che molti di noi si sentono di fare.

Le divergenze o conflitti in un'azienda, non sono qualcosa che possiamo semplicemente evitare. Si tratta principalmente di idee differenti; l'idea di una persona si scontra contro quella di un'altra. Durante una discussione infatti, abbiamo tutti la tendenza a difendere il nostro punto di vista.

Il primo passo nel risolvere un conflitto è riconoscerlo subito alla base della discussione. Bisognerebbe apprendere alcune techniche di Conflict Management - se fossero state insegnate quando eravamo giovani, non avremmo così tanta angoscia da adulti.

Da quando ci troviamo nel mondo del lavoro, abbiamo appreso diverse competenze nel nostro ruolo, tranne come risolvere i problemi o conflitti sul lavoro in maniera efficente. Adottiamo le soluzioni che adoperavamo al parco giochi, tappandoci le orecchie, non ascoltando, puntando i piedi e prendendo la posizione sia di aggressore o di vittima.

Tecniche di Conflict management

Da persone adulte, è importante adottare una maniera adeguata di rispondere, specialmente sul posto di lavoro. Ossia Essere Assertivi. Aggressivo significa 'Sono più importante di te'; passivo significa 'tu sei più importante di me'. Assertivo significa essere ugualmente importanti.

L'assertività è a capacità di saper affermare dei fatti e come ci sentiamo, permettendo anche alle altre persone di poter avere la parola.

Sapere in anticipo che potreste essere coinvolti emozionalmente può aiutarvi a preparare le vostre risposte, scorrere i vari possibili scenari e liberare la vostra mente..

Come fare:

Nel momento in cui vi trovate a dover risolvere un problema con un vostro collega, come lo affrontate?

Prima di tutto, preparatevi. Buttate giù un discorso: scrivete ciò che vedete e sentite, proprio come se stesse guardando un film. Descrivetene le azioni, le parole ed i fatti. Senza imputare niente a nessuno. Rileggete tutto quel che avete scritto e chiedetevi se avete fatto delle assunzioni come: 'Lei l'ha detto solo per mandarmi via'. E' la verità? Come potete esserne certi? Forse ha provato ad avere una conversazione con voi in passato e le vostre risposte l'hanno irritata - Cosa pensa lei su di voi? 

Analizzate ogni evento per volta e non ritornate su storie passate a meno che non stiate affrontando lo stesso argomento. Le persone hanno l'abitudine di esagerare per apparire 'i migliori', ma usando assoluti come 'sempre' e 'mai' che sono raramente veritieri, una persona può focalizzarsi su questo aspetto anzichè sulla causa che ha portato il problema a crearsi.

Siate:

Flessibili – mantenete una mentalità aperta
Un buon ascoltatore – ascoltate con l'intenzione di capire
Una persona che non giudica – state scoprendo fatti riguardo una persona e non la potete giudicare per quello che pensa in quanto non volete essere giudicati. Controllate come vi sentite e non dite cose come 'devi fare così' o 'è ridicolo'
Orientati alla soluzione – concentratevi su come risolvere il problema
Interrogativi – sondate bene fatti e soluzioni e fate domande aperte e provocatorie. Cominciate con 'chi', 'cosa', 'quando' e 'come'.

Evitate:

Chiedere 'perchè' – suona accusatorio
Fermatevi in attesa delle risposte e:
Sospendere giudizi – Com'è la vostra faccia mentre ascoltate? State mostrando emozioni negative? Parafrasate per assicurare chiarezza in modo che l'altra persona si senta capita.

Prendete una decisione insieme e se fallisce la prima volta non arrendetevi - l'altra persona potrebbe non ancora essere pronta a parlare in maniera franca e adulta. Se prendete il comando, potete aiutarla a seguirvi.

Se vi sentite ancora insicuri - fate pratica con un amico!

Scarica il tuo whitepaper e i case studies

Affronta con facilità le questioni spinose utilizzando i nostri whitepaper gratuiti.

Ottieni il Whitepaper

Scarica il tuo whitepaper e i case studies

Affronta con facilità le questioni spinose utilizzando i nostri whitepaper gratuiti.

Ottieni il Whitepaper